DI PADRE IN FIGLIO

Sabato 10 ottobre è la giornata scelta per il lancio della Campagna Abbonamenti 2020/21 della Sambenedettese Basket impegnata nel campionato di serie C Gold.

“Di Padre in figlio” è lo slogan scelto per questa nuova battaglia nel quarto campionato nazionale per la terza stagione consecutiva a simboleggiare il radicamento della società, dei giocatori e dello staff tecnico rossoblù.

I tifosi rossoblù potranno sottoscrivere da sabato l’abbonamento per assicurarsi così un posto al “Palasport Speca” per tutte le gare di regular season.

Nel rispetto di ogni normativa sul Covid-19 la Sambenedettese Basket comunica che il numero massimo di spettatori ammessi è di 200 ad ogni partita per cui la disponibilità di abbonamenti è limitata.

Di seguito tutte le info sulla campagna abbonamenti “2020/21”.

DOVE ABBONARSI:

Gli abbonamenti sono in vendita da Sabato 10 ottobre presso:

  • Gelateria dal Gelataio, Via Monfalcone 17, San Benedetto del Tronto, aperta dal martedì alla domenica dalle ore 11 alle 22.
  • Vcom.it Soluzioni Informatiche, Via Indipendenza 10, Porto d’Ascoli, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19

PREZZI:

  • INTERO TRIBUNA 40 EURO
  • INTERO PARTERRE 60 EURO 
  • RIDOTTO 20 EURO
  • SOCIO SOSTENITORE 100 EURO* (in omaggio una t-shirt ufficiale)
  • SOCIO SOSTENITORE ORO 300 EURO* (in omaggio la divisa ufficiale 20/21 personalizzata)

*L’intera somma per le tessere socio sostenitore verrà utilizzata per permettere ai ragazzi del settore giovanile e minibasket di svolgere gli allenamenti nella stagione 2020/21

Resoconto incontro presso il Parco Cerboni

Sabato 26 settembre si è svolta presso il Parco Cerboni di San Benedetto del Tronto una importante riunione sul futuro dell’attività giovanile della Sambenedettese Basket. 

Tutti i soci, gli allenatori e gli istruttori del Settore giovanile e minibasket della Sambenedettese Basket hanno incontrato i genitori dei ragazzi per esporre la situazione e le problematiche relative agli impianti sportivi scolastici.

Il primo ad esporre la situazione è stato il socio Bernardo Micucci: “La situazione delle palestre è drammatica a causa del Covid. Per quanto riguarda i gruppi giovanili e minibasket la disponibilità è più che dimezzata. La soluzione trovata dalla società è la copertura di questo campo con una struttura pressostatica. Questa struttura ha un costo molto importante per la società. L’unica cosa che chiediamo ai genitori è quello di versare la quota il prima possibile, garantiremo in questo modo lo svolgimento dell’attività per intero del nostro settore Giovanile. Abbiamo previsto sconti sull’anno successivo per chi volesse aiutarci con un contributo maggiore della quota.

Il pallone sarà gonfiato ad aria, riscaldato e con illuminazione interna. Questo campo diventerebbe casa nostra. Abbiamo progetti per ampliare questa struttura, aggiungeremo spogliatoi, docce, una piccola gradinata ma la necessità impellente è quella di far allenare i nostri ragazzi al coperto. Nei nostri progetti c’è anche la pavimentazione in parquet”.

Marco Roncarolo (vice-presidente Sambenedettese Basket): “Quello che noi chiediamo è una 

comprensione della situazione, il problema è purtroppo nazionale. Noi cerchiamo di fare il meglio per far sopravvivere il basket a questa situazione. È per questo che abbiamo deciso di fare questo investimento in un momento così difficile. Daremo una casa al basket, stiamo cercando di fare di tutto mettendo al primo posto i problemi dei ragazzi e dei loro genitori. Restano dei piccoli dettagli da sistemare con il Comune lunedì prossimo, daremo la possibilità di avere uno spazio comunale per riunioni e altre attività, quindi il Comune sarà beneficiario di questa situazione. La struttura sarà costruita dalla Sambenedettese Basket su questo terreno che è comunale e dato in gestione all’Associazione di Quartiere e alla Sambenedettese Basket. Avere un posto di riferimento farà crescere il basket a San Benedetto ed è questo il nostro obiettivo. Tutte le società sportive devono avere la propria casa, nel male noi stiamo facendo un ulteriore sforzo non indifferente, nei momenti peggiori si trovano le cose migliori”.

Chiude l’incontro l’Assessore con delega alle Politiche Sociali Emanuela Carboni: “Mi trovo qui nelle vesti di genitore. Oggi sentendovi parlare mi è uscito un sorriso, un plauso alla società per aver programmato questo. Dare un obiettivo ai nostri ragazzi attraverso lo sport, toglie loro dalla strada. Mi occupo di Politiche Sociali e conosco le difficoltà che le famiglie stanno vivendo, chi può dare una mano non si tiri indietro. Da parte del Comune e come genitore sono dalla vostra parte, sono certa che il comune non si tirerà indietro. È una struttura che verrà lasciata alla comunità, a tutti i cittadini.

Sentina vince il Torneo dei Quartieri 2020 non organizzato dalla Sambenedettese Basket

La seconda edizione del Torneo dei Quartieri di Pallacanestro di San Benedetto del Tronto è stata vinta da Sentina al termine di una avvincente finale contro Albula Centro, risoltasi solo dopo un tempo supplementare. Sul gradino più basso del podio una sorprendente Santa Lucia. Questo è il roster della formazione del quartiere Sentina che quindi fa il bis dopo il successo nella prima edizione del 2019: Luca Quinzi, Giacomo Lucidi, Ciro Piserchia, Giacomo Lucidi, Alessandro Quinzi.

La gara del tiro da 3 punti è stata invece vinta da Flavio Marozzi (Santa Lucia) che ha sconfitto in finale Francesco Vannucci.

Un grande ringraziamento a tutti per una due giorni di sicuro divertimento al Parco Cerboni, al Comitato di Quartiere Sant’Antonio e all’Associazione Rialto Croce.

Si ricorda che nel rispetto di ogni normativa, l’edizione 2020 disputatasi a “porte chiuse” non è stata in alcun modo organizzata dalla Sambenedettese Basket, che è già tuttavia al lavoro per l’organizzazione dell’edizione 2021 che avrà sicuramente ancora un maggiore successo.

#ioRESTOinSQUADRA: La Sambenedettese Basket lancia il fondo di solidarietà

#ioRESTOinSQUADRA: La Sambenedettese Basket e Grottammare Basketball lanciano il fondo di solidarietà

Dopo l’emergenza, è tempo di ripartire. Siamo a conoscenza che i problemi e le incognite saranno tante per tutti. 

Per questo motivo, i Consigli Direttivi di Scuola Basket Sambenedettese e Grottammare Basketball hanno deciso di istituire il Fondo di Solidarietà “#ioRESTOinSQUADRA”.

Un progetto importante e molto ambizioso, che dedichiamo a tutte quelle famiglie che a causa della crisi, rischiano di non poter far riprendere o iniziare l’attività sportiva ai loro figli e alle loro figlie. Il fondo dunque aiuterà chi è in difficoltà nel sostenere la spesa per la quota annuale di partecipazione agli allenamenti e alle partite della prossima stagione.

“Il nostro obiettivo è quello di non perdere nessuno dei nostri ragazzi e ragazze” spiegano i Presidenti delle due associazioni, “per poter riprendere l’attività in palestra ancora più numerosi e con maggiore energia e passione”.

La Sambenedettese Basket è dal 2016 associazione sportiva di Promozione Sociale riconosciuta a livello Regionale, svolge numerose attività tutela dei più deboli e per gli svantaggiati: per i ragazzi in condizione di indigenza l’attività è e sempre sarà gratuita. La Sambenedettese Basket ha riqualificato e gestisce insieme all’associazione di quartiere “Rialto Croce”, il “Parco Cerboni”, costruendo al proprio interno da zero un campo da Basket utilizzato gratuitamente tutto l’anno dalla comunità.

Quest’anno è però necessario fare un ulteriore passo avanti data la situazione contingente: per inaugurare il fondo i soci fondatori di Sambenedettese Basket e della neonata Grottammare Basketball, hanno già provveduto al versamento di 3 mila euro.

Il fondo “#ioRESTOinSQUADRA” è quindi un progetto lanciato da Sambenedettese Basket e Grottammare Basketball, ma che mira a coinvolgere tutte le realtà del nostro territorio, dalle aziende alle famiglie, dalle istituzioni ai privati; l’intera somma proveniente dal 5xmille sarà devoluta a questo fondo.

L’intera somma raconta sarà utilizzata soltanto per l’aiuto economico alle famiglie in difficoltà; Sambenedettese Basket e Grottammare Basketball garantiranno il totale anonimato a chi chiederà di usufruire del fondo, dando però al contempo un resoconto complessivo.

Il Comune di San Benedetto del Tronto, nelle figure dell’Assessore per le Politiche Sociali Dott.ssa Emanuela Carboni ed il Dirigente Comunale Dott. Antonio Di Battista ha inoltre ritenuto questa iniziativa meritevole del Patrocinio Comunale in quanto “di grande rilevanza in termini di interesse pubblico e sociale”.

 L’invito e l’appello è rivolto in modo particolare alle attività produttive che possano aiutare tante famiglie a sostenere la pratica sportiva dei propri figli. In palio c’è una vittoria che ha un valore incommensurabile.

Benvenuto Cristian Popa

Quarto colpo di mercato per la Sambenedettese Basket che firma l’ala Cristian Popa. 

Classe 1998, di nazionalità rumena, ha disputato l’ultima stagione nel CSM Foscani, squadra del massimo campionato rumeno.

Queste sono le sue prime parole da giocatore rossoblù: “Sono molto felice di far parte di questo progetto. Ringrazio il Presidente della Sambenedettese Basket e tutti i dirigenti. Non vedo l’ora di giocare davanti e per i nostri tifosi. Ringrazio Coach Minora per questa opportunità, non vedo l’ora di essere a San Benedetto per iniziare la stagione.

 

Vincenzo Romano torna alla Samb: sarà Consulente Tecnico!

La Sambenedettese Basket è lieta di annunciare il ritorno di Vincenzo Romano, con il ruolo di Consulente Tecnico del Consiglio Direttivo per la prima squadra.
Vincenzo Romano non ha bisogno di presentazioni in riviera e non solo, dopo un’ottima carriera da giocatore è stato allenatore di formazioni di serie A e B. Alla guida della Sambenedettese Basket ha ottenuto una promozione in serie B2 nel 1989/90, raggiungendo nel 1990/91 la finale promozione per la B1 portando per l’occasione oltre 3000 tifosi sulle tribune del Palaspeca.
Vincenzo Romano, oltre al suo ruolo di Consulente Tecnico, collaborerà anche con il settore giovanile, portando tutta la sua esperienza nel ruolo di istruttore.

 

Benvenuto Alessandro Guzzon

Terzo colpo di mercato per la Sambenedettese Basket che firma la guardia tiratrice Alessandro Guzzon.

Classe 1998, biellese, dopo aver fatto tutta la trafila nelle giovanili della Pallacanestro Biella, si trasferisce nel 2015 negli Stati Uniti dove gioca nello Shasta College battendo il record di realizzazioni da 3 punti dell’ateneo, che resisteva da ben 17 anni.

Nell’ultima stagione 9,5 punti di media a Vieste nel girone meridionale di C Gold.

Queste le sue prime dichiarazioni: “Sono onorato di far parte di questa organizzazione e di giocare per il coach Alfredo Minora. Io amo l’allenamento, il migliorarsi e sudare perciò non vedo l’ora di arrivare a San Benedetto e iniziare ad allenarmi con la squadra, questa pausa dovuta alla pandemia è stata fin troppo lunga. Farò del mio meglio per dare un importante contributo alla squadra e per portare i colori rossoblu più in alto possibile”.

Alessandro Guzzon indosserà la canotta rossoblù numero 3.

Benvenuto Felice Cutolo

La Sambenedettese Basket comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive per la stagione 2019/20 dell’atleta Felice Mattia Cutolo.

Felice, atleta classe 1996, può ricoprire le posizioni di guardia e play-maker. Cresciuto cestisticamente nella Virtus Basket Rionero ha poi indossato le maglie di Potenza, Chieti e Mosciano sempre in serie C.

Queste le sue prime dichiarazioni alla stampa: “Sono molto contento della scelta di venire a giocare a San Benedetto , ringrazio ovviamente il coach Alfredo Minora per avermi fortemente voluto , e tutta la società per l’opportunità e la fiducia riposta in me. Di certo darò alla squadra tutto il mio entusiasmo e la mia competitività cercando di dare il massimo ogni giorno. Non vedo l’ora di sapere quando inizieremo a lavorare e di conoscere i miei nuovi compagni di squadra”.

 

Rimborso abbonamenti 2019/20

La Sambenedettese Basket ha reso noto che, a causa della chiusura anticipata del campionato, si rende disponibile ad effettuare il rimborso dei ratei degli abbonamenti della stagione 2019-2020 per le tre partite casalinghe non disputate.

I titolari degli abbonamenti dei settori tribuna, parterre e ridotto, potranno ottenere il rimborso inviando una mail ad amministrazione@sambenedettesebasket.it allegando una foto della propria tessera di abbonamento (con visibile il numero progressivo) oltre ad una scansione di un proprio documento di riconoscimento. Il termine ultimo per chiedere il rimborso è Giovedì 23 Luglio, gli abbonati saranno ricontattati dalla società per ottenere il rimborso del 25% del valore dell’abbonamento.

I tifosi che invece volessero manifestare, ancora una volta, il loro immenso supporto potranno rinunciare al rimborso della quota di abbonamento non usufruito aiutando in questo modo la società a ripartire con i suoi numerosi progetti dal settore giovanile al minibasket .

La Sambenedettese Basket intende ringraziare fin da adesso i sostenitori che decideranno di non chiedere il rimborso estraendo a sorte un tifoso che si aggiudicherà un completo da gioco ufficiale da gara per la stagione 2020/21 completamente personalizzato.

Per partecipare all’estrazione è sufficiente inviare un messaggio whatsapp al numero 3515140969 con i proprio nome ed una foto dell’abbonamento (con visibile il numero progressivo) entro Giovedì 23 Luglio. Per tutti i partecipanti all’estrazione la Sambenedettese Basket riserverà inoltre uno sconto per la stipula dell’abbonamento per la stagione 2020/21.

Benvenuto Amedeo Casale

La Sambenedettese Basket riporta in Italia l’ala Amedeo Casale con un grande colpo di mercato.

Amedeo, nato il 15 dicembre 1997, è un giocatore italo-rumeno, nato in Italia ma cresciuto cestisticamente in Romania. Dopo la trafila delle Nazionali giovanili con la partecipazione a tutti gli Europei di categoria, ha esordito con la Nazionale maggiore nelle qualificazioni ai Mondiali 2019, ironia della sorte contro gli Azzurri di Meo Sacchetti.

Queste sono le sue prime parole da neo giocatore rossoblù: ” Per prima cosa vorrei mandare un saluto alla città di San Benedetto, città dove sono nato e cresciuto.  Sono contentissimo di tornare, soprattutto per giocare a pallacanestro. Ringrazio tutti i dirigenti ed il Presidente e tutti quelli che hanno voluto che io fossi un giocatore della Sambenedettese Basket. Ringrazio il Coach Alfredo Minora, non vedo l’ora di arrivare a San Benedetto e di iniziare per portare la squadra ai vertici della Serie C”.

Amedeo Casale è figlio d’arte, suo padre Angelo è stato infatti il pivot della Sambasket in serie C dal 1987 al 1989. Nelle ultime stagioni ha militato nel massimo campionato rumeno con le maglie di Dinamo Bucarest e Craiova (nel 2018 la sua migliore stagione con oltre 15 punti di media in 30 minuti di utilizzo).

Ufficio Stampa