La Sambenedettese Basket rinuncia alle prestazioni sportive di Davide Di Eusanio e Alessandro Guzzon

La Sambenedettese Basket comunica di aver rinunciato alle prestazioni sportive degli atleti Davide Di Eusanio e Alessandro Guzzon.

Davide Di Eusanio era arrivato in forza alla Sambenedettese nel corso della stagione 2018/19. Dopo aver lasciato la squadra nell’estate 2019, ha vestito nuovamente la casacca rossoblù dallo stesso mese di novembre, lascia ora San Benedetto dopo 25 gare e 104 punti.

Alessandro Guzzon lascia invece definitivamente la riviera dopo un solo mese di pre-season, al termine del quale il Consiglio direttivo del club ha chiesto la risoluzione del contratto annuale.

La Sambenedettese Basket, ringraziando gli atleti per l’impegno profuso, augura ad entrambi le migliori fortune per il proseguo della loro carriera. 

Ufficio Stampa Sambenedettese Basket 

Aggiornamento sui lavori al Parco Cerboni!

La Sambenedettese Basket comunica che il proprio progetto per la costruzione di un proprio impianto al Parco Cerboni sta procedendo speditamente, nonostante l’incertezza del periodo che stiamo vivendo.

La dirigenza della Sambenedettese Basket desidera ringraziare tutta l’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto; in particolare gli Assessori Pierluigi Tassotti, Pierfrancesco Troli, Emanuela Carboni, Andrea Traini, i dirigenti Dott. Alessandro Amadio e  Ing. Germano Polidori per il sostegno all’iniziativa. La società desidera inoltre ringraziare il Comitato di Quartiere Sant’Antonio e l’associazione Rialto Croce per la vicinanza ed il supporto ad un’opera che sarà utilizzata non solo per l’attività sportiva, ma da tutta la comunità.

La Sambenedettese Basket ha già perfezionato l’acquisto di una struttura pressostatica rimovibile di dimensione 24 x 44 metri, che coprirà il playground del Parco Cerboni durante il periodo invernale, permettendo ai propri tesserati di avere una propria casa, dove praticare al meglio ed in totale sicurezza l’attività sportiva.

Sono già partiti i lavori preparatori nel Parco, quali allacci e sottoservizi, griglie per il deflusso dell’acqua piovana, impianto di illuminazione a led, e presto verrà effettuato il montaggio della struttura ad opera di una ditta specializzata.

Nei momenti peggiori si trovano le cose migliori, la Sambenedettese Basket avrà finalmente dopo 85 anni una propria casa, un posto di riferimento che farà crescere ancora di più la Pallacanestro a San Benedetto del Tronto e in tutta la Riviera.

Resoconto incontro presso il Parco Cerboni

Sabato 26 settembre si è svolta presso il Parco Cerboni di San Benedetto del Tronto una importante riunione sul futuro dell’attività giovanile della Sambenedettese Basket. 

Tutti i soci, gli allenatori e gli istruttori del Settore giovanile e minibasket della Sambenedettese Basket hanno incontrato i genitori dei ragazzi per esporre la situazione e le problematiche relative agli impianti sportivi scolastici.

Il primo ad esporre la situazione è stato il socio Bernardo Micucci: “La situazione delle palestre è drammatica a causa del Covid. Per quanto riguarda i gruppi giovanili e minibasket la disponibilità è più che dimezzata. La soluzione trovata dalla società è la copertura di questo campo con una struttura pressostatica. Questa struttura ha un costo molto importante per la società. L’unica cosa che chiediamo ai genitori è quello di versare la quota il prima possibile, garantiremo in questo modo lo svolgimento dell’attività per intero del nostro settore Giovanile. Abbiamo previsto sconti sull’anno successivo per chi volesse aiutarci con un contributo maggiore della quota.

Il pallone sarà gonfiato ad aria, riscaldato e con illuminazione interna. Questo campo diventerebbe casa nostra. Abbiamo progetti per ampliare questa struttura, aggiungeremo spogliatoi, docce, una piccola gradinata ma la necessità impellente è quella di far allenare i nostri ragazzi al coperto. Nei nostri progetti c’è anche la pavimentazione in parquet”.

Marco Roncarolo (vice-presidente Sambenedettese Basket): “Quello che noi chiediamo è una 

comprensione della situazione, il problema è purtroppo nazionale. Noi cerchiamo di fare il meglio per far sopravvivere il basket a questa situazione. È per questo che abbiamo deciso di fare questo investimento in un momento così difficile. Daremo una casa al basket, stiamo cercando di fare di tutto mettendo al primo posto i problemi dei ragazzi e dei loro genitori. Restano dei piccoli dettagli da sistemare con il Comune lunedì prossimo, daremo la possibilità di avere uno spazio comunale per riunioni e altre attività, quindi il Comune sarà beneficiario di questa situazione. La struttura sarà costruita dalla Sambenedettese Basket su questo terreno che è comunale e dato in gestione all’Associazione di Quartiere e alla Sambenedettese Basket. Avere un posto di riferimento farà crescere il basket a San Benedetto ed è questo il nostro obiettivo. Tutte le società sportive devono avere la propria casa, nel male noi stiamo facendo un ulteriore sforzo non indifferente, nei momenti peggiori si trovano le cose migliori”.

Chiude l’incontro l’Assessore con delega alle Politiche Sociali Emanuela Carboni: “Mi trovo qui nelle vesti di genitore. Oggi sentendovi parlare mi è uscito un sorriso, un plauso alla società per aver programmato questo. Dare un obiettivo ai nostri ragazzi attraverso lo sport, toglie loro dalla strada. Mi occupo di Politiche Sociali e conosco le difficoltà che le famiglie stanno vivendo, chi può dare una mano non si tiri indietro. Da parte del Comune e come genitore sono dalla vostra parte, sono certa che il comune non si tirerà indietro. È una struttura che verrà lasciata alla comunità, a tutti i cittadini.

Sentina vince il Torneo dei Quartieri 2020 non organizzato dalla Sambenedettese Basket

La seconda edizione del Torneo dei Quartieri di Pallacanestro di San Benedetto del Tronto è stata vinta da Sentina al termine di una avvincente finale contro Albula Centro, risoltasi solo dopo un tempo supplementare. Sul gradino più basso del podio una sorprendente Santa Lucia. Questo è il roster della formazione del quartiere Sentina che quindi fa il bis dopo il successo nella prima edizione del 2019: Luca Quinzi, Giacomo Lucidi, Ciro Piserchia, Giacomo Lucidi, Alessandro Quinzi.

La gara del tiro da 3 punti è stata invece vinta da Flavio Marozzi (Santa Lucia) che ha sconfitto in finale Francesco Vannucci.

Un grande ringraziamento a tutti per una due giorni di sicuro divertimento al Parco Cerboni, al Comitato di Quartiere Sant’Antonio e all’Associazione Rialto Croce.

Si ricorda che nel rispetto di ogni normativa, l’edizione 2020 disputatasi a “porte chiuse” non è stata in alcun modo organizzata dalla Sambenedettese Basket, che è già tuttavia al lavoro per l’organizzazione dell’edizione 2021 che avrà sicuramente ancora un maggiore successo.

Benvenuto Cristian Popa

Quarto colpo di mercato per la Sambenedettese Basket che firma l’ala Cristian Popa. 

Classe 1998, di nazionalità rumena, ha disputato l’ultima stagione nel CSM Foscani, squadra del massimo campionato rumeno.

Queste sono le sue prime parole da giocatore rossoblù: “Sono molto felice di far parte di questo progetto. Ringrazio il Presidente della Sambenedettese Basket e tutti i dirigenti. Non vedo l’ora di giocare davanti e per i nostri tifosi. Ringrazio Coach Minora per questa opportunità, non vedo l’ora di essere a San Benedetto per iniziare la stagione.

 

Simone Carloni Player Development Coach Sambenedettese Basket

La Sambenedettese Basket annuncia un ulteriore passo avanti nell’organigramma dello staff del settore giovanile, nell’ottica di perfezionare il proprio sistema di lavoro alla ricerca della massima efficacia e con l’obiettivo di perseguire i risultati sportivi attraverso il miglioramento individuale dei giocatori.
Per questo motivo, dalla prossima stagione lo staff tecnico sarà implementato di una nuova figura, specializzata nel lavoro individuale con i ragazzi del settore giovanile.
La scelta del Consiglio Direttivo della Sambenedettese Basket è quindi quella di affidare a Coach Simone Carloni l’importante ruolo di Player Development Coach” della Sambenedettese Basket. “È una scelta che abbiamo deciso di fare per dare più peso allo staff e perfezionare ulteriormente il nostro modo di lavorare. Le nostre attenzioni sono da sempre sul nostro settore giovanile, con i fatti e non con gli slogan.
Per questo motivo abbiamo deciso di proporre ad un giovane allenatore cresciuto nella nostra città, ma già con importanti esperienze ed apprezzato per le proprie indiscusse qualità anche al di fuori della nostra società, di iniziare questo percorso. La figura di Coach Carloni sarà interamente dedicata allo sviluppo individuale dei nostri ragazzi”, queste sono le parole del Consiglio Direttivo.
Simone Carloni (Player Development Coach Sambenedettese Basket): “La società mi ha proposto questo progetto sul settore giovanile, basato sui fondamentali, progetto con idee chiare che ho condiviso fin da subito, non vedo l’ora di iniziare a lavorare”.

Benvenuto Felice Cutolo

La Sambenedettese Basket comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive per la stagione 2019/20 dell’atleta Felice Mattia Cutolo.

Felice, atleta classe 1996, può ricoprire le posizioni di guardia e play-maker. Cresciuto cestisticamente nella Virtus Basket Rionero ha poi indossato le maglie di Potenza, Chieti e Mosciano sempre in serie C.

Queste le sue prime dichiarazioni alla stampa: “Sono molto contento della scelta di venire a giocare a San Benedetto , ringrazio ovviamente il coach Alfredo Minora per avermi fortemente voluto , e tutta la società per l’opportunità e la fiducia riposta in me. Di certo darò alla squadra tutto il mio entusiasmo e la mia competitività cercando di dare il massimo ogni giorno. Non vedo l’ora di sapere quando inizieremo a lavorare e di conoscere i miei nuovi compagni di squadra”.

 

Al via il “1° Torneo dei Quartieri”

È tutto pronto per la 1° edizione del Torneo dei quartieri organizzato dalla Sambenedettese Basket in collaborazione con il Comitato di Quartiere S. Antonio e l’Associazione Rialto Croce. Il torneo, che si disputerà con la formula del 4c4 sprint a tutto campo si svolgerà presso il campo da basket del “Parco Cerboni” di San Benedetto del Tronto. Sono 6 le formazioni che si sono iscritte, provenienti dai quartieri della città, sicuramente un buon risultato per questa primissima edizione.

La formula del torneo prevede 2 gironi da 3 squadre con i match che si disputeranno Sabato 10 Agosto e le finali in programma Domenica 11 Agosto. Tutte le squadre sono composte da almeno 3 giocatori residenti all’interno del territorio del proprio quartiere.

Nel girone A sono inserite le squadre: Porto d’Ascoli Sentina, San Filippo A e Santa Lucia. Nel girone B invece San Filippo B, Marina Centro e Sant’Antonio. Tutti i match sono previsti sulla distanza di due tempi da 8 minuti effettivi ad eccezione delle semifinali e della finale che allungheranno il tempo di gioco a 10 minuti. Si gioca 4 contro 4 con le regole ufficiali della Pallacanestro.

Tutti gli sportivi sono invitati a vedere il torneo anche per apprezzare il rinnovato Parco Cerboni, con il nuovo impianto di illuminazione a LED realizzato dalla Sambenedettese Basket e dai volontari del parco.